Spezia in festa

What's up, La Spezia

609 anni di Communitas Spediae

24 Oct , 2016  

Quattro giorni per celebrare la riscoperta delle origini cittadine con visite guidate, conferenze, manifestazioni musicali, trekking urbano e animazioni per bambini.

Il 26 Ottobre 1407 nacque La Spezia come comunità politica e sociale, formalmente riconosciuta: a quell’anno infatti risalgono gli statuti della Communitas Spediae, con i quali la Repubblica di Genova riconosceva ufficialmente la comunità spezzina. In realtà, il piccolo centro già si considerava una comunità coesa, e anche a livello ufficiale era già dal 1371 una podesteria della Repubblica; ma il fatto che la Superba Genova gli riconoscesse l’identità di “comunità”, lo dotava di una propria identità, sancita addirittura dalla presenza dello stemma araldico della città.

I 45 capitoli della Statuti della Communitas Spediae si aprono con due leggi imposte da Genova che si riveleranno molto difficili per la città da rispettare: il divieto di bestemmiare e di tramare contro la Repubblica.

A parte questa divertente curiosità, gli statuti davano a Spedia regole piuttosto precise per una nuova convivenza civile, degna di una città moderna che sentiva  l’esigenza di razionalizzare la propria vita economica e politica secondo il modello del Comune, e di determinare le caratteristiche della propria relativa indipendenza.
Infatti, benché il podestà fosse comunque nominato da Genova,  otto spezzini venivano scelti con una assemblea pubblica che aveva luogo nella chiesa di Santa Maria per aiutarlo. Negli statuti si stabilivano poi regole di controllo delle merci vendute, gli orari di chiusura di botteghe, case da gioco e taverne, le festività, e come dovessero essere costituiti gli organi di controllo.

Gli statuti sono una preziosa testimonianza di quanto all’epoca Spezia fosse economicamente sviluppata, e come in città proliferassero le attività artigianali: ne sono il segnale le regole tributarie relative ai dazi su ferro, stoffe, cuoio. I cittadini sembrano aver abbandonato le campagne per diventare cittadini, e molti di loro hanno potuto costruirsi ricchi edifici. La città che cresce deve mantenersi pulita per evitare la diffusione di contagi: a ogni cittadino viene imposto di pulire, al sabato, la strada di fronte alla propria porta, di proteggere gli alberi e le fonti d’acqua. (Fonte:  “Gli Statuti della Spezia, 26 ottobre 1407″ a cura di Diego Del Prato)

La Spezia festeggia le proprie origini e il suo compleanno con una festa di quattro giorni. Sono previsti in particolare alcuni percorsi di trekking urbano e visite guidate per vedere da vicino le testimonianze architettoniche presenti in città della sua storia centenaria. Inoltre ci saranno mostre e incontri per conoscere da vicino gli storici Statuti della Communitas Spediae.

Il programma dettagliato sul Calendario di Cinque Terre and Beyond:

november, 2016

No Events

 

 

,

By



Lascia un tuo commento

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *